fbpx

Al governo italiano diciamo: basta tentennamenti, basta perdite di tempo. Occorre agire subito! I Veneti non accettano di essere lasciati a scegliere se ammalarsi di Coronavirus o ammalarsi di crisi economica. Servono subito risorse vere e importanti per sostenere il nostro tessuto economico sociale, che rischia la catastrofe.

Per questa ragione occorre mettere in atto:

la sospensione immediata del pagamento dei contributi Inps per i dipendenti e per i titolari delle piccole e medie imprese, per gli artigiani, i commercianti e i professionisti, da recuperare non prima del febbraio 2021;

la sospensione dei tributi statali e periferici come Iva, Irpef, Ires, addizionali regionali e comunali almeno fino al 31 ottobre 2020;

la sospensione tributi dei servizi comunali fino al 31 ottobre 2020;

l’estensione cassa integrazione in caso di riduzione fatturato oltre il 20% a tutti i lavoratori indipendentemente dal numero di addetti delle singole aziende.

Questa crisi non si sconfigge a parole, ma con i fatti!